Un Meridionale in Inghilterra

giovedì, novembre 30, 2006

Darlingnismo

Dopo Darwin e il darwinismo, gli inglesi hanno anche il "darlingnismo". Il darlingnismo è una corrente di pensiero secondo la quale, in una interazione fra due o più essere umani, ci si deve scambiare parole smielate.
Il darlingnismo, ovviamente non esiste, ma chi ha vissuto o vive qua ha capito di cosa parlo. Gli inglesi hanno l'abitudine di rivolgersi ad altre persone nei modi più affettuosi possibili, che per un italiano sono assolutamente incomprensibili: darling (caro), love (amore), sweety o sweetness (dolcezza). Sul lavoro, per esempio, le mie colleghe, oltre a ringraziarmi per ogni mimina stronzata io faccia, mi chiamano nei modi più dolci possibili. Il massimo degli appellativi è stato raggiunto la scorsa settimana, quando una mia collega mi ha chiamato, e continua a farlo, chicken (pollo).
Ho pensato: saremo alla frutta o c'è di peggio?

domenica, novembre 26, 2006

Ok ci riprovo

Riprovo a riprendere le redini di questo blog consapevole che questa decisione, ovviamente, non cambierà le sorti del mondo. Quello che mi manca in questo periodo è il tempo per sedermi di fronte al pc, non soltanto per postare, ma, più che altro, per seguire i miei blog preferiti nella lista a destra. Dal lunedì al venerdì si lavora di gran lusso e la sera quando torno ho solo voglia di farmi una doccia, passare del tempo con la mia ragazza e, ovviamente, mangiare del sacro santo cibo italiano cucinato con i crismi della scuola pugliese. Durante il week-end, invece, cerco di rilassarmi, di stare all'aria aperta e, cosa fondamentale, godermi i bei momenti con i miei amici, rispettivamente compare e commara.
Se penso al mio lavoro in questi giorni mi viene in mente la canzone delle TLC "No Scrubs" (nella canzone "scrub" significa fannullone, ma to scrub significa spazzolare, lavare, pulire a fondo, ossia sgrassare) con la sola differenza che io "Yes scrub" tutti giorni. La cosa allucinante è che le mie colleghe hanno il coraggio di chiedermi, magari mentro sto scrubbando una friggitrice o le griglie dove si friggono gli hamburger, se mi piace questo lavoro (Do you still enjoy this work, gaaabriellll?). Sono domande da farsi! Logicamente la risposta è "Si", non perchè sono un paraculo, ma perchè se rispondo negativamente ci rimangono male. Pensate che la scorsa settimana mentre aiutavo una mia collega a pulire un fatt'apposta infernale per cuocere sempre i soliti hamburger, lei mi guarda e mi dice: "Gabriele lo sai che io amo scrubbare?". Io, pensando stesse scherzando visto che era ormai passata più di un'ora da quando si scrubbava in compagnia di prodotti chimici dalla puzza terrificante, la guardo e gli faccio un sorriso del tipo "Lo so che ci stiamo facendo il culo, ma siamo pagati per questo quindi....". Lei, quasi risentita, mi fa: "No, no, a me piace veramente sgrassare". Panico totale...sono pazzi loro o io sono il pazzo. Capisco la necessità di vedere il lato positivo in tutte le cose, capisco che fare le cose controvoglia è peggio, ma sostenere che ti piace scrubbare non è tollerabile.