Un Meridionale in Inghilterra

venerdì, dicembre 08, 2006

Cards and Christmas cards

Qui impazzano ed impazziscono per le cartoline d'auguri natalizie. Io ne ho ricevute già due da due mie colleghe e, sicuramente, nelle prossime settimane che precedono il Natale ne riceverò ancora (ho molti colleghi). Le cartoline, non solo d'auguri, sono una vera tradizione/consuetudine inglese. Ve ne sono di tutti i tipi e per tutte le ricorennze belle e brutte che siano. Ci sono quelle per i compleanni, per gli anniversari di matrimonio, per le nascite, per il nonno, la nonna, la bisnonna, il bisnonno, la cognata, il cognato, il suocero, la suocera, per il primo appuntamento, per quando perdi il lavoro, per quando cambi il lavoro, per quando vai in pensione, per quando sei in ospedale, per quando sei uscito dall'ospedale, per quando sei in brutto peridodo della tua vita, per i morti e tante, tante altre situazioni.

lunedì, dicembre 04, 2006

Ancora qualcosa sul mio lavoro...

Il mio lavoro è Kitchen porter che, tradotto letteralmente, significa il portatore/facchino della cucina. In Italia corrisponde più o meno al lavapiatti. Il mio diretto superiore è il capo cuoco, nel mio caso specifico la capa cuoca, visto che è donna. Tutti noi dello staff siamo responsabili nei confronti del manager. Puntualizziamo: in Italia, di solito, se si pensa alla parola "manager" si pensa subito ad un individuo in giacca e cravatta, seduto ad una scrivania con la sedia girevole, che partecipa a riunioni decisive per le sorti dell'azienda e che sbraita a destra e a sinistra contro i subordinati (Fantozzi docet). In Inghilterra, invece, il manager è semplicemente colui che si occupa della gestione di un settore e di coloro che ci lavorano dentro. Il mio capo, per capirci, quando la mensa è piena si mette il camice bianco e va a friggere patatine come se fosse un semplice membro dello staff. Il settore nel quale sono impiegato è il catering services, ossia la ristorazione o, come traduce il garzanti, approvvigionamento di cibi pronti e bevande. Le mie mansione sono: distribuire cibo e bevande all'interno del college, gestire e sistemare il magazzino, pulire le pentole, le friggitrici, i forni e tutte le altre apparecchiature della cucina, pulire e rifornire le macchine distributrici e mantenere pulita e in ordine la cucina....miiiii che bel lavoro di merda!!!
La cosa più straoridnaria è che per fare il mio lavoro, oltre a richiedere esperienza nel settore del catering, saper comunicare con la clientela, essere eleganti e puliti, c'è bisogno di avere del sense of humor. Magari ogni tanto dovrei intrattenere i miei colleghi con delle barzellette o magari vestrimi da cloun e proporre qualche numero circense con le pentole...